Tecnica
Olio e Acrilico
Dimensioni
cm 60x80
Disponibilità
Venduto
Anno
2020

Tra le divinità dell’induismo, una mi ha molto affascinata :è Ganesha, il dio dalla testa di elefante è la Divinità della saggezza e dell’acume, anche adorato come colui che rimuove gli ostacoli, difende le buone azioni e semina difficoltà sul cammino dei malvagi. Nato dalla libera scelta di una donna (Parvati genera il figlio da sola) e simboleggia la difesa dell’intimità e della libertà della Dea (cioè delle donne) di fronte all’intrusione di Shiva (cioè degli uomini). Questo dio, fu decapitato da Shiva che voleva violare la libertà della madre, che cercò di proteggere fino alla morte… In fine fu riportato in vita con una testa di elefante, lanimale più forte del creato.
Tra i simboli da me inseriti troviamo
▪️Nella mano destra :l’ankusa (ascia) per domare e controllare la nostra mente, tagliare e recidere tutti i nostri desideri che apportano sofferenza.
▪️ Nella mano sinistra il cappio o paasa per legarlo al basso e tenerlo vicino a noi solo allora potremo concentrarci, contemplare e meditare.
▪️In un’altra mano tiene un piatto di Mothakham. Questo dolce con il suo guscio esterno duro indica la ricompensa della dolcezza del sapere che si avrà con la ricerca della gioia spirituale,
▪️ Infine in una quarta mano, rivolta al devoto in segno di benedizione abhaya.
La grande pancia di Ganesha ci dice che contiene tutto l’universo,
▪️ Un fiore di loto in augurio, come buon auspicio per le scelte difficili da prendere negli ostacoli della vita quotidiana 💌

FacebookFacebook